Aumentare l’autonomia della batteria

Aumentare l’autonomia della batteria

aprile 2, 2018 Non attivi Di Turgut K.
I nostri sponsor

Sono iper-intelligenti e consentono l’accesso a innumerevoli funzioni, tra cui navigare in internet, visualizzare la posta elettronica, giocare, e scaricare musica.

Stiamo parlando dei moderni smartphone multiaccessoriati, che hanno ormai (quasi) del tutto rimpiazzato il caro vecchio telefonino cellulare, con il quale potevamo solo effettuare chiamate e mandare messaggini.

Rispetto a quest’ultimi, tuttavia, gli telefonini smartphone hanno un aspetto negativo: la batteria dura molto meno, arrivando al massimo a due giorni di fila senza necessità di ricarica.

 

Preservarne l’autonomia per un tempo un po’ più lungo è però possibile adottando alcuni piccoli accorgimenti.

I nostri sponsor

Il primo consiste nel regolare il sensore di luminosità, cioè un sistema che è in grado di rilevare la luce dell’ambiente in cui ci si trova, regolando automaticamente la luminosità dello schermo (più la luce esterna è forte, più quest’ultimo sarà luminoso, mentre con il buio accade il contrario).

Inoltre, forse non tutti sanno che iservizi come il wireless, il Bluetooth, il GPS, e la sincronizzazioneautomatica di dati (nelcaso si abbianoinstallate

applicazioni come Twitter o Facebook, che aggiornano periodicamente lo status delle notifiche), consumano molta energia, anche se non li si sta utilizzando, poiché effettuano autonomamente continue connessioni di aggiornamento.

Dunque, in assenza di un’immediata necessità, sarebbe bene spegnerli. La disattivazione di tutti questi servizi, e l’applicazione di questi accorgimenti, possono risultare noiose, ma la batteria dello smartphone avrà un ciclo di vita autonoma sicuramente più lungo.

67 Visite totali, 1 visite odierne

I nostri sponsor